domenica 25 marzo 2012

Patate 'mpacchiuse


Questo  è un contorno tipico cosentino, l’ho assaggiato la prima volta a casa di una mia amica molto cara e da allora ho sempre cercato di riprodurlo!

Il risultato è molto simile all’originale la cui caratteristica principale è che le patate si appiccicano tra di loro formando un tortino profumato all’aglio.

Ingredienti
  • Una patata
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio evo
  • Sale e pepe nero






Il procedimento è estremamente semplice, basta sbucciare una patata, lavarla e affettarla sottilmente con una mandolina. Non asciugarle né lavarle, disporle semplicemente in un piatto.



In un pentolino mettere un goccio d’olio e l’aglio, farli leggermente scaldare 


Unire le patate in uno strato uniforme



 e cuocerle col coperchio 


salare e pepare.
Appena vedete che sono dorate di sotto rivoltatele e fatele cuocere qualche altro minuto col coperchio




Rigiratele, salate e pepate



eccole pronte, per essere perfettamente cotte non cuocetele a fiamma alta



21 commenti:

  1. Aaaah le nostre care patate 'mpacchiuse ... ne mangio a quintali. Provocano dipendenza :) Ciao, buona setimana.

    RispondiElimina
  2. sono troppo buone!!!!!!visto che tu sei di Cosenza posso chiederti se il procedimento che ho usato è simile all'originale?non me le ha insegnate nessuno e come al solito io vado ad intuizione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao anche io sono di CS =) il procedimento è quello ovviamente poco olio in padella, le classiche sono fatte con una cipolla di tropea aggiunta tagliata sottile sottile, però non tutti gradiscono la cipolla, ci sono anche altre varianti ad esempio cipolla e pancetta o ai funghi porcini! la cosa importante e che le patate non abbiano tutte la stessa cottura, quelle sul fondo devono essere bruciacchiate e quelle sopra più morbide, si può anche non fare il "tortino" e mantenere la cottura non omogenea girandole ogni tanto con un cucchiaio di legno!!! le preparerò questa sera! variante con pancetta!!!

      Elimina
    2. Grazie sei stato molto dettagliato, la prossima volta seguirò la tua ricetta, infatti ricordo di averle mangiate con i funghi!

      Elimina
  3. Ciao Dana e il voto per questa ricetta? :-D
    Fantastica, mi sembra il rosti versione cosentina, ciao :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh eh il marito è diventato pigro, ma il mio è molto alto, se la provi non te ne pentirai!

      Elimina
  4. deve essere proprio buono questo piatto, ora mi segno la ricetta.
    P.S. complimenti per il tuo blog mi piace molto, proprio per questo mi sono unita ai tuoi sostenitori.
    Passa da me se ti va

    RispondiElimina
  5. Una ricetta semplicissima e poi hanno un aspetto fantastico!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si l'esecuzione è molto semplice,ma se lavi le patate dopo averle tagliate vengono male!

      Elimina
  6. Devono essere buonissime, adoro la crosticina che si forma....
    Ti seguo e se ti fa piacere passa a trovarmi.
    A presto.

    RispondiElimina
  7. uuuu che buone! Le ho assaggiate l'estate scorsa in calabria, sono meravigliose!!!!

    Bello anche il tuo blog, piacere di conoscerti!
    Un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  8. Mica le conoscevo! Sanno di buono:))) Un bel modo di prepararle in maniera diversa, a casa sempre al forno o in acqua:(((
    Un abbraccio e buonissima serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si sono proprie buone se le assaggi fammi saxe ciao ciao

      Elimina
  9. complimenti per il blog ricetta da provare ti seguo se vuoi passa da me ciao

    RispondiElimina
  10. Che bella idea per un contorno,da provare!!

    ps.hai la parola di verifica dai uno sguardo a questo Post ..

    RispondiElimina
  11. Mmmmmhhhhh che golosità. Complimenti per il tuo blog e le tue ricette, che proverò sicuramente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bene attendo di sapere come ti sono venute ciao

      Elimina