martedì 18 dicembre 2012

I Crispeddr a vent di zia Pina



Questo è l'ultimo dolce fritto della raccolta, sono delle ciambelline molto leggere e gustose fatte solo di acqua e farina. Penso sia il dolce più povero che conosca, ma allo stesso tempo è molto goloso.
In italiano le tradurrei ciambelle al vento, non so da cosa derivi questo nome, penso si ricolleghi al fatto che dentro sono molto bucate e molto leggere.


Ingredienti per 6 ciambelline:

  • 200 g di acqua 
  • farina 00 q.b. ( io ne ho usati 100 g)
  • una croce di sale
  • una croce d'olio evo
  • 1 foglia d'alloro (facoltativa)
  • olio di semi per friggere
  • zucchero semolato



mettere in un pentolino l'acqua, disegnare una croce col sale e con l'olio, quando fa le bollicine aggiungere poco alla volta la farina


abbassare la fiamma e regolarsi sulla quantità di farina da aggiungere


continuare a mescolare finchè si formerà una palla che si staccherà dalle pareti


lavorarla brevemente, se è il caso aggiungere altra farina


stendere dei grossi fili


e formare le ciambelle


friggere a 170°


dovranno essere belle dorate, farle asciugare su carta assorbente e tuffarle nello zucchero da calde.
Mangiarle caldissime


dentro restano umide e ben alveolate
Con questa ricetta partecipo alla mia raccolta I dolci natalizi della tradizione


20 commenti:

  1. Hanno l'aria di essere sublimi, cara.. quell'interno deve essere morbidino e 'spugnoso' al punto giusto! Complimenti e grazie!! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, dentro sono umide e fuori croccanti! Un bacio grazie a te per tutte le cose carine che mi scrivi

      Elimina
  2. Nonostante la semplicità hanno un aspetto molto invitante e già mi immagino il sapore!! Bellissima ricetta me la segno.
    Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti resta che provarle, al massimo sprecherai solo un pò di farina! Se segui la ricetta riescono sicuramente, un bacio

      Elimina
  3. Solo acqua e farina??? Sembrano appetitose :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il procedimento è simile ai bignè fritti, ma senza burro e uova!

      Elimina
  4. Mamma mia sono troppo buoni questi dolci zuccherosi :-) ne voglio uno please!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Sarà il più povero..ma io sto sbavando sulla tastiera..che meraviglia !
    Bacio !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mary, le cose semplici per me sono sempre le migliori un bacione!

      Elimina
  6. Una ricetta davvero favolosa. Mi unisco ai tuoi lettori fissi!

    RispondiElimina
  7. Pure io pure io li voglio fare!!!! E me ne mangerò un quintale!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah, dopo le feste forse è meglio, per la linea!

      Elimina
  8. Che particolari questi dolcetti fritti, anche questi non li conoscevo ma se devo dirti la verità li mangerei tutti quelli che hai postato in questi giorni:)
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi tradizionali hanno l'unica pecca di non essere molto rifiniti nell'aspetto, sono dolci molto antichi preparati da casalinghe, è giusto che sia così! Sono contenta che ti siano piaciuti!

      Elimina
  9. Bellissimi anche questi Dana!!
    Credo che questa vita non mi basterà per provare tutte queste leccornie!!
    Un bacione e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono proprio tanti è vero! Un bacio

      Elimina
  10. Buonissime... poi fritte... gnam! :D Salvo anche questa! ;) Un bacione e complimenti, buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto ci allieta la frittura mia cara!

      Elimina